”Valle del Dirillo” nasce dalla passione e dalla voglia dell’Agronomo Riccardo Randello di fare qualcosa nella propria terra, di non scappare dalla Sicilia ma sottolineare gli aspetti più belli che la nostra  terra può offrire. Valle del Dirillo non è una semplice azienda, ma è un progetto di agricoltura sostenibile, una scommessa  che nasce dalla voglia di far rinascere un territorio ricco di biodiversità e di bellezze naturalistiche troppo spesso nascoste.  Situata nel cuore della Sicilia Orientale, incuneata tra i Monti Iblei, in un contesto paesaggistico di particolare suggestione, l’azienda prende il nome dall’omonima vallata, in cui è presente il fiume Dirillo.

Fiume di storica importanza che tanto servì, quale via di comunicazione tra la costa e l’entroterra, agli antichissimi abitanti della Sicilia.
Nasce dall’incontro tra l’Amerillo ed il Vizzini presso le gole del Paratore e Palaunisi e subito dopo, superate le strettoie delle gole stesse, confluisce nelle acque del lago omonimo nel territorio di Licodia Eubea formando il Lago Dirillo, un invaso artificiale realizzato tramite la diga Ragoleti.
Il bacino della capacità di oltre 20 milioni di metri cubi, è stato attrezzato consentendo la pesca ed il canottaggio.
Il lago è incastonato in un paesaggio ricco di verde e le sue acque sono abitate dalla trota, dal luccio, dal persico …
Il lago è un’importantissima tappa per la migrazione di molti anatidi.

Lasciato il lago il fiume continua la sua corsa verso il mare. Esso è lungo 54 km è detto anche Acate e sfocia nel Canale di Sicilia nei pressi di Gela. Valle del Dirillo nasce dal desiderio di ridare dignità e rispetto alla terra, lavorata con fatica e amore dal nostro nonno Francesco Paolo Randello, attraverso la valorizzazione del paesaggio, del Lago Dirillo e dei suoi meravigliosi prodotti che la natura generosa ci dona quotidianamente.

La nostra azienda si trova in C/da Ragoleti, nel territorio di Licodia Eubea e  produciamo leguminose da granella secca ad uso alimentare umano, grani antichi e olio EVO garantendo qualità organolettiche di questi prodotti tali da riprodurre nella memoria antichi sapori genuini, proponendo un’agricoltura etica senza uso di pesticidi o chimica, OGM Free. Il processo produttivo è controllato dall’origine alla fine, attraverso un meticoloso impegno di ricerca di varietà autoctone che possano essere garanzia di qualità per il consumatore, nonché da un ciclo di coltivazione a basso impatto ambientale che garantisca la presenza di quei fattori nutrizionali propri della dieta mediterranea.